Morpheo Edizioni

Cancro al pancreas: una guida per affrontare il cancro aggressivo e ricorrente

Cancro al pancreas: una guida per affrontare il cancro aggressivo e ricorrenteIl tumore al pancreas è rilevato in ritardo nell’80% dei casi e i suoi trattamenti non beneficiano, come in altri tumori, di biomarcatori predittivi standard o di terapie biologiche mirate a bersagli specifici. Una guida, curata dalla Fondazione ECO, mira a fungere da mappa per affrontare un cancro aggressivo e frequenti ricadute.

La Fondazione per l’eccellenza e la qualità dell’oncologia (ECO) raccomanda che i pazienti con carcinoma pancreatico partecipino a studi clinici “dati gli scarsi risultati associati ai trattamenti attuali, con un impatto limitato sulla sopravvivenza”, che dopo cinque anni si attesta al 7,2%.

“La chirurgia è ancora l’unico trattamento curativo, http://www.cstassisi.it/calminax/ a cui solo il 15-20% dei pazienti ha accesso, ma la recidiva della malattia è molto frequente, superiore al 60% dei casi, con una sopravvivenza media di 23 mesi. “, Sottolinea il dott. Alfredo Carrato, vicepresidente della Fondazione ECO, capo del servizio di oncologia medica dell’ospedale Ramón y Cajal di Madrid.

Il dott. Carrato spiega che il cancro al pancreas è meno frequente di altri tumori: in Spagna sono rilevati solo 6.500 casi all’anno, sebbene la sua incidenza sia in aumento, in media dello 0,8% all’anno negli ultimi dieci anni.

Bassa incidenza ma alta mortalità, la terza che provoca più morti e dovrebbe raggiungere il secondo posto nel 2020 solo dietro il cancro del polmone.

Secondo i dati della Società Spagnola di Oncologia Medica (SEOM) , in Spagna ogni anno 2.400 uomini e 2.000 donne muoiono di questo tumore che viene diagnosticato, nella maggior parte dei casi, tra i 65 ei 70 anni.

Riduci i tempi di diagnosi

La Guida per la diagnosi e il trattamento del tumore al pancreas, rivolta ai professionisti della salute, mira a fornire una visione globale dell’approccio multidisciplinare di questa patologia, dalla diagnosi e linee guida per la chirurgia ai trattamenti esistenti.

Mette l’accento sull’identificazione precoce della malattia “che può facilitare la scelta dei pazienti per la chirurgia e per studi di ricerca o altre forme di trattamento”, spiega il dott. Manuel Hidalgo, direttore del Clinical Cancer Center di Beth-Israel Deaconess di Boston e coordinatore, insieme con il dott. Cerrato, di questo documento.Riduci i tempi di diagnosi

Pertanto, per ridurre al minimo i tempi diagnostici, propone:

Promuovere la consapevolezza generale, rivolta sia ai professionisti della salute che alla popolazione generale, sui vantaggi della diagnosi precoce.

In Primary Care, richiesta illimitata di test complementari con priorità per pazienti con elevato sospetto clinico che, in aggiunta, è consigliabile valutare in meno di due settimane.

Una volta che la diagnosi di immagine della neoformazione pancreatica è stata fatta, impiantare programmi di accesso precoce a Unità specializzate per la valutazione del caso.

Raccomanda, se necessario, che la diagnosi istologica (analisi dei tessuti) non superi le due settimane.

Promuovere l’accesso al comitato tumorale, nonché la disponibilità di una sala operatoria preferita per i tumori resecabili, quelli che possono essere rimossi chirurgicamente.

Educazione sanitaria per la popolazione generale in termini di sintomi o segnali di pericolo.

Quali sintomi si osservano nel cancro del pancreas?

Il 60-70% dei tumori ha origine nella testa del pancreas, il 20-25% nel corpo e nella coda, e nel 10-20% si osserva un’influenza diffusa.

Mentre i tumori nella testa del pancreas tendono a essere diagnosticati nelle fasi iniziali quando sono associati all’ittero, i tumori del corpo e della coda sono di solito rilevati in stadi avanzati a causa dell’assenza di sintomi specifici, osserva la guida ECO.

Per la SEOM, questi sono i sintomi più frequenti:

L’ ittero (ingiallimento della pelle) che si verifica quando il tumore origina dalla testa del pancreas causa della compressione delle vie biliari dal tumore.

  • Alterazione della glicemia . Il pancreas ha la funzione di generare l’insulina che controllerà il livello di glucosio nel sangue, se il tumore altera questa funzione si verificherà scompenso.
  • Pesante digestione , dolore addominale che origina nella zona dello stomaco e irradiato verso la schiena o nella forma di una cintura verso i lati.
  • Perdita di peso in pochi mesi, così come l’appetito.

Se c’è il sospetto di cancro al pancreas, saranno effettuati esami del sangue (dove ci saranno alterazioni nell’eliminazione della bilirubina); marcatore tumorale CA 19.9; TC, ecendoscopia con puntura e biopsia in caso di lesioni metastatiche.

Più rischi con la storia familiare

L’International Cancer of the Pancreas Screening Consortium (CAPS) raccomanda test di screening per le persone ad alto rischio con familiari con questo tipo di cancro utilizzando la risonanza magnetica e l’endoscopia digestiva con cui intendono rilevare:

  • Piccoli tumori pancreatici solidi (≤ 1 cm)
  • Irregolarità del dotto pancreatico

Lesioni precursori del pancreas come neoplasie mucinose intraduttali papillari, che di solito si presentano sotto forma di cisti.

Secondo il CAPS, la prevalenza di lesioni cistiche pancreatiche sospette è del 33-45% in questi membri della famiglia ad alto rischio.

Chi dovrebbe andare in una clinica oncologica di famiglia?

– Famiglie con carcinoma pancreatico familiare:

≥ 2 parenti di primo grado con carcinoma pancreaticoChi dovrebbe andare in una clinica oncologica di famiglia?

≥ 3 parenti con questo tumore (indipendentemente dal loro grado di parentela)

– Sindromi da cancro ereditarie associate al rischio di cancro al pancreas:

  • Famiglie con sindrome ereditaria del seno e dell’ovaio con carcinoma pancreatico (alterazioni dei geni BRCA1 e BRCA2).
  • Melanoma familiare
  • Cancro colorettale ereditario (poliposi adenomatosa familiare o sindrome di Lynch) con carcinoma pancreatico.
  • Sospette altre sindromi ereditarie: sindrome di Peutz-Jeghers o pancreatite ereditaria.

Quali possono essere le cause?

Non è stata definita una chiara eziologia del cancro del pancreas. Secondo SEOM, ci sono diversi fattori che sono stati indicati come possibili contributori alla crescita del tumore.

Diabete mellito di lunga evoluzione : ci sono alcuni studi che hanno indicato il diabete mellito di lunga data come possibile eziologia del cancro del pancreas. Tuttavia, ci sono fattori come l’obesità o lo stesso trattamento per il diabete che può confondere i risultati. È molto comune per un debutto del diabete un tempo prima della diagnosi del cancro del pancreas, tuttavia, non è noto esattamente come il diabete possa influenzare il tumore o il tumore stesso nel diabete.

Pancreatite cronica ricorrente: non esiste uno studio conclusivo a questo riguardo.

Tabacco: circa il 30% dei casi di cancro al pancreas potrebbe essere associato al tabacco .

Sindromi ereditarie: circa il 10% dei tumori pancreatici sono associati a alterazioni genetiche. Questi pazienti devono essere controllati in una unità di consulenza genetica per essere in grado di effettuare un controllo globale di tali sindromi, dal momento che possono associare tumori in luoghi diversi.

 

Rimedi naturali per il sollievo del dolore articolare

Rimedi naturali per il sollievo del dolore articolareCrepa, Pa’! Uno su cinque adulti americani sperimentano articolazioni dolorose (soprattutto a causa di osteoartrite o artrite reumatoide) http://www.cstassisi.it/artrovex/, e quando le articolazioni doloranti da lesioni sportive, overuse, e ceppo associato ad essere in sovrappeso si aggiungono, che è un sacco di dolore a livello nazionale.

Le articolazioni sono strutture complesse che” si basano su ossa, muscoli e legamenti che lavorano tutti insieme per fornire una gamma completa di movimento”, dice Holly Lucille, una naturopath con sede a Los Angeles. Capire la fonte del dolore o infiammazione articolare è importante, aggiunge, al fine di individuare il rimedio più efficace. Potrebbe essere una malattia autoimmune come l’artrite reumatoide, ma in altri casi, la sensibilità alimentare può essere il colpevole.

Integratori per alleviare il dolore alle articolazioni

I rimedi naturali offrono un modo potente e sicuro per alleviare i sintomi e promuovere la guarigione delle articolazioni. ” Studi multipli dimostrano che i rimedi naturali possono essere più efficaci delle loro controparti farmaceutiche”, dice Jacob Teitelbaum, MD, autore di Da affaticato a Fantastico!

La parte emozionante di dare un rimedio naturale un go, aggiunge, è che, a differenza dei farmaci convenzionali che vengono con effetti collaterali, i guaritori di erbe tendono a dare “benefici collaterali.”Per esempio, mentre si potrebbe provare un’erba come curcuma per un ginocchio gonfio, mentre si prende questa erba polifunzionale, si potrebbe finire anche lenendo il bruciore di stomaco.

Ricordate: dovete sempre consultare il medico prima di aggiungere integratori al vostro regime.

Curcuma

La curcumina delle spezie indiane contiene un principio attivo chiamato curcumina che riduce l’infiammazione in vari modi, tra cui La down-regulation degli enzimi COX-2; sopprimere gli enzimi COX-2 è anche il modo in cui i FANS come l’aspirina e l’ibuprofene funzionano. Quando l’infiammazione si placa, le articolazioni si sentono meno dolorose e la rigidità svanisce.

Al dottor Teitelbaum piace combinare curcum con l’erba boswellia. ” Questa combinazione è stata dimostrata in uno studio head-on per essere più efficace del farmaco comunemente prescritto Celebrex”, dice.

Anche se è bene provare queste erbe mentre si prende anche una prescrizione di artrite o antidolorifici, se si va quella strada, Dr. Teitelbaum suggerisce di utilizzare sia l’erba e farmaci per sei settimane per raggiungere l’effetto completo dell’erba. Allora prova a diminuire il antidolorifico convenzionale per vedere se l’erba da sola può fare il trucco. Salta la curcuma se hai dei calcoli biliari.

Consolida

ConsolidaGli studi confermano che comfrey crema supera i farmaci convenzionali quando si tratta di distorsioni della caviglia e porta il vantaggio aggiunto di stimolare la riparazione dei tessuti. “Comfrey cream eccelle quando si tratta di tutti i tipi di dolore alle articolazioni, ma soprattutto ogni dolore legato all’osteoartrite”, dice il dottor Lucille.

Lei consiglia di provare da sola o combinato con altre erbe. “Molti dei miei pazienti ottengono risultati ancora migliori quando accoppiano la crema di Corey con un supplemento di curcumin orale. Lo considero il mio pugno da uno a due per il dolore alle articolazioni.”

Collagene

Il collagene è una proteina presente in tutto il corpo, soprattutto nel tessuto connettivo. Integratori di collagene, in una forma chiamata idrolizzato di collagene, possono migliorare i sintomi per coloro che hanno l’osteoartrite e altri problemi articolari.

In uno studio, 80 persone con ginocchia o fianchi doloranti a causa di osteoartrite hanno assunto 2 grammi di collagene o un placebo ogni giorno per 70 giorni. Alla fine dello studio, coloro che assumevano il collagene hanno riportato meno dolore e sono stati in grado di fare più attività fisiche.

Andrographis

Andrographis ha una lunga storia di uso sia in Ayurvedic che nella medicina cinese tradizionale. E ‘ meglio conosciuto come immuno-booster, ma sta guadagnando riconoscimento per i suoi poteri anti-infiammatori e la potenziale guarigione dell’artrite reumatoide.

Le persone con artrite reumatoide che hanno completato con andrographis in un recente studio hanno sperimentato meno articolazioni dolorose o gonfie. Un modo chiave che andrographis serve come antinfiammatorio è riducendo l’espressione di diverse proteine pro-infiammatorie.

Benefici collaterali del sollievo naturale del dolore articolare

Benefici collaterali del sollievo naturale del dolore articolareCon i farmaci convenzionali per il dolore articolare, si apre al potenziale di effetti collaterali dannosi. E ‘ una storia diversa con rimedi naturali, che può migliorare la salute in diversi modi, dandovi “benefici collaterali.”Ecco alcuni esempi

Andrographis-immune booster, tratta il raffreddore comune, allevia i sintomi della colite ulcerosa

Collagene-le rughe più lisce come aiuto alla bellezza

Consolida (topica) – guarigione delle ferite, guarigione dei lividi, migliora la gotta

Curcuma-riduzione del rischio di cancro, riduzione della depressione, trattamento del bruciore di stomaco/indigestione

Scroll To Top
Vai alla barra degli strumenti